Simone Benedetto

Bomba trottola

PFM 2.0, scultura in resina dell’artista Simone Benedetto realizzata in tiratura di 30 esemplari.

  • Titolo: PFM 2.0
  • Artista: Simone Benedetto
  • Materiale: Resina e corda
  • Misura: 26x14x14 cm
  • Anno: 2017
  • Prezzo: 150,00 €

Tiratura di 30 firmati e numerati

>>Prenota il tuo MULTIPLO IN EDIZIONE LIMITATA, scrivi a360@paratissima.it

L'artista

Le opere di Simone Benedetto (Torino, 1985) affrontano tematiche legate al sociale, nascendo dal quotidiano, da uno sguardo critico sul presente per mostrare contraddizioni e problemi della società moderna. Dopo la laurea all’Accademia Albertina di Belle Arti in scultura, per la sua formazione artistica, fondamentali sono state le esperienze all’estero nelle accademie di Valencia e Lisbona. Nel 2013 vince il concorso indetto dal bioparco Zoom di Torino ed è selezionato come miglior artista della nona edizione di Paratissima. Nel 2015 si tiene la sua personale nella Galleria Franz Paludetto di Torino e partecipa a numerose collettive, tra cui Scolpiti dalla crisi, al Castello di Rivara Centro d’Arte Contemporanea, Trasmutazioni presso la Confraternita di San Vittore per l’Arcidiocesi di Vercelli. Nel 2016 è risultato tra gli artisti selezionati per il Premio ORA. Vive e lavora a Torino.

L'opera in Limited Edition

La bomba qui è rappresentata come un gioco, nello specifico una trottola, alludendo a situazioni completamente diverse rispetto alla società occidentale, in cui l’infanzia non è certo un momento idilliaco se rapportata a contesti dove guerra, povertà, fame, malattie e l’essere orfani costituiscono la realtà più diffusa. Nei conflitti di oggi più del novanta per cento delle vittime sono civili. Migliaia di donne, di bambini, di uomini inermi sono uccisi ogni anno nel mondo. Molti di più sono i feriti e i mutilati. Il titolo dell’opera riprende il nome di un tipo di mina antiuomo di produzione sovietica, la PFM-1, massicciamente impiegata nelle operazioni belliche. Materializzando tramite la scultura problematiche a noi troppo lontane, o rendendone evidenti altre in cui, per assurdo, siamo troppo immersi, Benedetto cerca di riaccendere la sensibilità di chi guarda, sotto l’anestesia del benessere e di una pace che è tuttora solamente apparente.

Visita il sito dell'artista
Simone Benedetto 1