BADOLATO e RIVOLTELLA

About This Project

Le opere di Massimo Badolato e Jimmy Rivoltella saranno esposte nell’Atelier di Maria Teresa Grilli a partire dal 31 ottobre.

Massimmo Badolato nella sua lunga carriera ha capito che la stampa con antiche tecniche, in particolare la stampa al Platino/Palladio, è quella che meglio asseconda il suo desiderio di fotografare per dare una personale lettura a ciò che attira istintivamente la sua attenzione, una luce, una geometria, un tratto, un ombra. Gli permette di vivere l’apparente contrasto fra analogico e digitale come un’occasione per coniugare la rigida precisione dell’immagine “numerica” con la poesia delle trame di carta fatte a mano e la morbidezza di pennelli artigianali, e non perdere così le sue radici. Si diverte ad utilizzare carte artigianali ed industriali di vario genere, per apprezzarne la superficie, la lucentezza, il punto di bianco delle fibre di cui sono fatte. Sulle leggerissime carte artigianali giapponesi Gampi e Tosa Washi 28gr come sulla classica Fabriano Artistico 600gr, passando per le Magnani, Buxton ed Arches.

Jimmy Rivoltella ha sempre avuto molte difficoltà a descrivere il suo lavoro e gli risulta piuttosto complesso anche dargli
un significato. Non ha una metodologia di lavoro standard, né un archivio di foto o una scatola dei ritagli da cui attingere. Tutto è guidato sempre dal caso. Spesso parto da una folgorazione iniziale. Lavora da casa, all’interno del suo studio, dove i vari materiali raccolti diventano quasi delle presenze amiche e confidenti. Qualche volta crea direttamente per strada, con le cose che trovo per terra, con quelle che stacca dai muri o con quelle in cui il vento e il suo ‘distrattismo’ gli fanno (continuamente) inciampare. I collage sono lo strumento per comunicare col mondo. Tutto si riduce a tre, apparentemente, semplici gesti: ritagliare, assemblare e incollare. Quei tre, apparentemente semplici gesti, gli permettono di non concentrarsi su nient’altro e di vivere fino in fondo il momento.

Mariateresa Grilli è una stilista napoletana di nascita e torinese d’adozione che ha vissuto per anni (gli anni d’oro, quelli dello studio 54 e di Andy Warhol) a New York. Dopo aver lavorato in America e in Italia per alcuni dei più celebri designer contemporanei, Mariateresa ha aperto un negozio in Toscana e, da qualche anno, ha inaugurato un piccolo atelier nella zona trés chic della Gran Madre, in via Martiri della Libertà 27 a Torino. Lo spazio, accogliente e luminoso, rispecchia la creatività eclettica della sua proprietaria: stoffe, pizzi, tessuti, bottoni e tanto colore. La filosofia dietro le creazioni di questa bottega creativa è la stessa da quando Mariateresa ha aperto il suo primo shop in Toscana, anni fa: filati pregiatissimi, tinture naturali realizzate il più delle volte in casa, attenzione per il tipo di lavorazione e la provenienza dei materiali, tutti scelti con grandissima cura per realizzare solo pezzi unici, tra cui le celebri maglie, rigorosamente realizzate a mano, pezzo forte di Mariateresa.

M. BADOLATO e J. RIVOLTELLA

31.10.2017 - 02.12.2017

via Martiri della Libertà 27

Category
360, Mostre in corso
Tags
art in the city, location espositive, P360, paratissima 360