“Autopia: visioni dal presente”: il bilancio finale

IMG_8572

“Autopia: visioni dal presente”: il bilancio finale

Dopo quasi sei mesi di intenso lavoro, tre mostre personali e correlative aste, si è chiuso sabato 1 dicembre il progetto «Autopia: visioni dal presente».

A questo hanno preso parte tre artisti italiani, Elisa Sartori (Torino), Filippo Cristini (Milano) e Davide Trabucco (Bologna), i quali hanno svolto le loro residenze presso la città di Togliatti (Federazione Russa) e hanno realizzato i loro contenuti insieme ai due fotografi Michele Cera e Roberto Conte. I curatori del progetto sono Aleksandra Shcherbina e Marco Residori.

 

97kcEg49NqoSecondo gli autori del progetto, l’idea iniziale di superare gli sguardi statici creatisi intorno alla crisi odierna della città, è stata sviluppata con successo dagli artisti attraverso la proposta di narrazioni e contenuti alternativi per la città di oggi.

Gli organizzatori esprimono la loro profonda gratitudine agli artisti, ai partner e agli sponsor che hanno reso possibile e supportato il progetto, augurandosi nuove collaborazioni in un futuro molto prossimo.

Il progetto «Autopia: visioni dal presente» è organizzato dal Comitato «Dante Alighieri» di Togliatti in collaborazione con il Centro d’Arte Contemporanea di Togliatti e YLDA/Paratissima.

IMG_7613-2

Supporto istituzionale al progetto è fornito dall’Istituto Italiano di Cultura di Mosca e dal Consolato Onorario d’Italia per la Regione di Samara. Il progetto è patrocinato dalla Fondazione Mimmo Rotella ed è finanziato dalla Società Dante Alighieri di Roma con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Laura Tota
comunicazione@paratissima.it