Il Cortile dell’ARTiglieria 2021

Cortile artiglieria Paratissima

Il cortile dell’ARTiglieria è una piazza, un giardino, una sala di ascolto, uno spazio di incontro. Appartiene a Paratissima e alla città, a chi lo voglia riempire di contenuti, suoni e parole.

Dopo aver colorato la primavera con arte, musica e parole, il palinsesto del Cortile torna ad animare l’ARTiglieria Con/temporary Art Center. E quale momento migliore se non durante Paratissima 2021? Incontri, talk e performance con gli artisti in mostra, e non, arricchiranno la diciassettesima edizione di Paratissima.

 

Il Cortile dell’ARTiglieria è ad ingresso gratuito.

Modalità di Iscrizione

I talk e gli incontri sono destinati al pubblico di Paratissima 2021

Programma Talk

VENERDì 26 NOVEMBRE | 18.30 – 24.00

“OPENING | BA(R)UHAUS”

Alle ore 19,30 Olga Gambari (Direttrice Artistica di Paratissima) presenta Barbara Zagami e “le par[e]ti creative” con Davide Boosta Dileo  [introduzione alla sua creazione all’interno di BA®UHAUS] e Tury.M.Z. [i 5 vinili del cuore].

A seguire lo special dj set di Davide BOOSTA Dileo & T.m.Z.

L’ingresso è gratuito.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

Per ulteriori informazioni: bauhaus.paratissima@gmail.com

EVENTI PASSATI:

GIOVEDÌ 28 OTTOBRE | 16.00

“PRATICA PARTECIPATIVA”

A Cura di Progetto RESCUE!

La Pratica Partecipativa non è uno spettacolo ma un modo diverso di stare insieme. Attraverso micro-azioni condivise genera spostamenti semantici, sovrapposizioni, armonie, disarmonie nel confine invisibile che separa arte e vita. Per riscoprire il piacere di condividere e crescere in un atto collettivo. Siete tuttǝ invitatǝ a partecipare.

VENERDÌ 29 OTTOBRE | 17.00

“CANTA OLTRE: PICCOLI CONCERTI ALLA SOLIDARIETA'”

A Cura di Progetto RESCUE!

Canta Oltre / Piccoli concerti alla Solidarietà. Incontro di artistǝ e cittadinǝ per sostenere e condividere musica e canti dal mondo. Solitamente i concerti si svolgono allo snodo alimentare di Barriera di Milano in collaborazione con Arci – Fooding/Alimenta la Solidarietà. Nel cortile di Paratissima vi invitiamo a cantare con noi.

SABATO 30 OTTOBRE | 11.00

“PRESENZA ASSENZA”

Intervengono: Daniela Di Lullo, Elay Li, Rosanna Accordino

La presenza dell’altro può essere sostituita da un’idea, un ricordo, una favola che la mente si racconta per non soffrire la solitudine? In epoca di pandemia globale è stato evidente come la lontananza sia in grado di suscitare malessere e malinconia, eppure non molto tempo prima il contatto reale era già stato sostituito da uno virtuale, sempre più vacuo ed effimero. I progetti artistici di Daniela Di Lullo ed Elay Li, indagano questi aspetti contraddittori e ambivalenti dell’essere umano, che spesso rifiuta la socialità, ma non può nemmeno vivere senza.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

SABATO 30 OTTOBRE | 16.00

“PRESENTAZIONE PROGETTO RESCUE”

Progetto RESCUE! è attivo nelle arti performative, tratta temi di rilevanza sociale con particolare attenzione al riscatto, all’immigrazione e al viaggio, con un approccio transdisciplinare e collaborativo. Nel 2019 fonda l’Associazione Culturale Progetto RESCUE! che nasce come rete di sostegno tra artisti extracomunitari a Torino. Il gruppo crea performance e spettacoli, luoghi nei quali ognuno possa trovare valore per sé stesso e per la comunità. Progetto RESCUE! si occupa di creazione, conduce ricerche sulla qualità dell’incontro e laboratori di teatro per giovani e bambini, organizza concerti di musica tradizionale africana e latinoamericana, incontri di condivisione artistica e pratiche di consapevolezza corporea in spazi non convenzionali, oltre a tessere una rete sociale e artistica nel territorio grazie al sostegno di associazioni, istituzioni e case del quartiere. Nel 2020 nasce l’Iniziativa solidale CANTA OLTRE concerti senza fissa dimora. Nel 2021 il progetto crea la Pratica Partecipativa: studio sull’incontro autentico e sull’apertura di spazi di libertà in contesti di chiusura ed emarginazione. Il Gruppo è composto da giovani under 30, provenienti da Guinea-Conakry, Costa d’Avorio, Ghana, Libia e Italia, in continuo mutamento. Performance e interventi che si nutrono dei racconti, delle canzoni e dei pensieri di chi ha fatto un viaggio e di chi ogni giorno lavora come collezionista al mercato. 2019, vivono e lavorano a Torino.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

SABATO 30 OTTOBRE | 18.00 – 19.30

“PRESENTAZIONE PARATISSIMA | EXHIBIT AND FAIR”

Intervengono: Olga Gambari, Marianna Casale

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

DOMENICA 31 OTTOBRE | 11.30 – 13.00

“PRATICA PARTECIPATIVA”

A Cura di Progetto RESCUE!

La Pratica Partecipativa non è uno spettacolo ma un modo diverso di stare insieme. Attraverso micro-azioni condivise genera spostamenti semantici, sovrapposizioni, armonie, disarmonie nel confine invisibile che separa arte e vita. Per riscoprire il piacere di condividere e crescere in un atto collettivo. Siete tuttǝ invitatǝ a partecipare.

DOMENICA 31 OTTOBRE | 15.00 – 18.00

“PRESENTAZIONE PARATISSIMA | NICE & FAIR”

Intervengono: Francesca Canfora, Eleni Kosmidou, Benedetta Nassini e Jennifer Regalia Maria Carmela D’Angelo e Sara Maietta Caterina Bocchi, Nadine Bajek e Vanessa Caraglio Elisa Angelini, Beatrice Timillero e Margherita Verzocchi Angela Calderan, Flavia Rovetta e Susanna Tavella Chiara Badde, Erica Massaccesi, Lara Spagnolli.

Nice & Fair / Contemporary Visions è un evento dedicato alle nuove proposte dell’arte contemporanea, curato da un board composto da ben 17 curatori, che nel 2021 hanno affrontato il Master di NICE – New Independent Curatorial Experience, un training di perfezionamento che si sviluppa proprio attraverso la progettazione e la realizzazione dell’evento stesso.

La stretta collaborazione tra talenti emergenti in entrambi gli ambiti ha dato vita a sei progetti espositivi volti a indagare tematiche e argomenti di stringente attualità, legati al presente.

I curatori raccontano la nascita e lo sviluppo di ogni progetto, attraverso le opere degli artisti in mostra.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

GIOVEDÌ 4 NOVEMBRE | 17.00

“LA METAMORFOSI”

Con: Galleria Costantini e Il Fondaco

L’associazione il Fondaco e la Galleria Costantini si raccontano tra biografia e collaborazione

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

GIOVEDÌ 4 NOVEMBRE | 18.00

“PRESENTE – FUTURA”

Leggi Scomodo: Luca Giordani, Federica Tessari, collettivo e ospiti

Osservatorio Futura: Francesca Disconzi

Scomodo presenta la pubblicazione “Presente”. La redazione scomoda più giovane d’Italia si è confrontata con il concetto di periferia e la sua evoluzione negli ultimi decenni. Una riflessione, portata avanti in sei domande, attraverso le quali emergono le caratteristiche delle nuove periferie. Un focus su casi studio e reportage riguardanti la nostra città. A supporto del talk, una selezione di fotografie di CityMaybe e Letizia Toscano a cura di Francesca Disconzi con il supporto di Luca Giordanini.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

VENERDÌ 5 NOVEMBRE | 17.00

“TRUCCHI DEL MESTIERE”

Intervengono: Francesca Arri, Olga Gambari, Slow Coma Collective: Angelo Budini, Stefano Pappalardo, Simone Fotoniko (produttore sigla RVSSIA), Luca Pipia e Marta Cozzi (attori), Pietro VIggiano (consulente make up), Professor Mattia Gaido del Dipartimento videomaking dell’Accademia Albertina, Jacopo Schieda (sound designer)

I lavoratori dello spettacolo, dagli artisti alle maestranze, hanno ricevuto un duro colpo dalla pandemia perdendo il lavoro e privati della dignità professionale. Una situazione precaria pregressa che è esplosa, mal gestita dal governo, più attento alle esigenze di settori come quelli del calcio. C’è interesse che questo paese rimanga nell’ignoranza o è solo un’incapacità dovuta all’ignoranza stessa e a un sistema clientelare, dal sapore mafioso e feudale tutto italiano? Per rispondere a queste domande Francesca Arri partecipa al progetto Game Over di Villam e della rivista Arshake realizzando il suo primo cortometraggio, completamente a costo zero grazie a una rete di collaborazioni, negli spazi dell’Artiglieria di Paratissima. E conducendo parallelamente un workshop con gli studenti del Dipartimento di Fotografia dello IED e del Dipartimento di Video Editing dell’Accademia Albertina. Il cortometraggio è un atto politico, un’ operazione educativa che parte dalle scuole per arrivare ai professionisti proponendo un modello lavorativo etico e virtuoso, che sostiene la collaborazione e si oppone all’atavica piaga italiana del lavoro culturale non pagato. La narrazione è una piece metaforica e insieme dissacrante (sviluppata da un personaggio misterioso la cui identità si costruirà nel corso dell’opera), una denuncia collettiva e intima, di un settore fondamentale per il suo ruolo sociale.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

VENERDÌ 5 NOVEMBRE | 18.00

“ULTIMA RI/COMPOSIZIONE PER PIANOFORTE A 24 MANI”

Intervengono: Davide Dileo e Olga Gambari

Il pianoforte vive la vita degli altri. Ogni casa che lo accoglie ne incide un solco e ne modifica il suono tra legno e corde : suoni, odori, vite, amori, delusioni, invenzioni, sogni ( realizzati e inceneriti), generazioni di umanità assorbite e custodite. I sei pianoforti di questa installazione hanno servito, per più di un secolo, “ l’Essere Umano” e stavano passando i loro giorni di decadenza in un magazzino. A Ottobre sono tornati protagonisti, tra le mura del Castello Sforzesco di Milano, Sono stati suonati, ancora una volta, da sei Maestri, manipolati nella loro forma ed essenza da sei allievi d’arte, e si sono trasformati. Hanno partecipato al progetto: Jack Freckleton Sturla, Emma Dotti, Alessandra Barni, Mattia Ozzy Bellato, Yingfei Cai ex Erika Godino. La selezione dei progetti è stata curata dal Prof. Antonio Cioffi.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

SABATO 6 NOVEMBRE | 11.00

“DALL’ASTRATTISMO ALL’INFORMALE: MARICA E MAURA MATTIOLO SI RACCONTANO”

 Intervengono: Maria Carmelo Romano (Marica), Maura Mattiolo, Rosanna Accordino

L’arte è una scappatoia dalla routine, è una vocazione innata che emerge sin dalla tenera età. Capita che essa si affianchi ad attività del tutto razionali, come nel caso dell’ingegneria, verso la quale Marica ha improntato la propria carriera, o alla direzione di un Istituto di credito, mestiere che Maura Mattiolo ha svolto con passione prima di dedicarsi completamente alla pittura. Sono due artiste forti e intraprendenti, due donne che hanno saputo coniugare carriera e famiglia, dovere e passione. La pittura è la seconda caratteristica che le accomuna. Un’arte istintiva e profonda la loro, che travalica i confini del figurativo per raggiungere nuovi livelli di consapevolezza. Una tavolozza di colori saturi e pennellate corpose e rapide, volte a rappresentare il reale in un connubio tra sintesi ed emotività.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

SABATO 6 NOVEMBRE | 15.00

“GLI ARTLORDS INCONTRANO TORINO IN UNA PERFORMANCE”

 Con gli ArtLords e gli Artisti del Cerchio e le Gocce

Performance aperta al pubblico di Paratissima.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

SABATO 6 NOVEMBRE | 17.00

“ASSEGNAZIONE DEI PREMI AGLI ARTISTI DI PARATISSIMA 2021”

 Con: Olga Gambari e Francesca Canfora

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

SABATO 6 NOVEMBRE | 18.00

“SLOW NEWS: L’ARTE DEL GIORNALISMO”

 Con: Fulvio Nebbia e Olga Gambari

Viviamo nell’epoca dell’infodemia. Ogni 60 secondi, condividiamo milioni di post su Facebook, guardiamo milioni di video su YouTube, scriviamo miliardi di tweet. Falsi giornali con bufale perfette e veri giornali pieni di false notizie. Le persone credono a tutto e a niente, allo stesso tempo. Possiamo cambiare? In tutto il mondo, alcuni giornalisti stanno costruendo modelli alternativi: Delayed Gratification in Inghilterra, Zetland in Danimarca, De Correspondent in Olanda, Internazionale in Italia e molti altri. Non si conoscono tra loro, ma desiderano tutti la stessa cosa: rallentare. A Milano, quattro giornalisti freelance, ispirati dal professore americano Peter Laufer, hanno creato Slow News, un progetto editoriale che si fonda sulla comunità dei lettori ed esplora nuovi linguaggi. Lo slow journalism diventerà un movimento culturale globale? Slow News è un film, un progetto editoriale e una speranza per il futuro. Insieme, un altro giornalismo è possibile. E può cambiare il mondo. Il film è diretto da Alberto Puliafito; prodotto da Fulvio Nebbia; scritto da Andrea Coccia, Fulvio Nebbia, Alberto Puliafito; fotografia e montaggio di Fulvio Nebbia; musica composta, arrangiata ed eseguita da Alessandro Zangrossi e Antonio Sernia; suono di Marco Montano; con Peter Laufer, Helen Boaden, Mark Thompson, Lea Korsgaard, Frédéric Martel, Julia Cagè, Craig Silverman, Irene Smit, Giovanni De Mauro, Arianna Ciccone, Rob Wijnberg, Jennifer Rauch, Rob Orchard, Camilla Mortensen, Ermes Maiolica, Alison T. Smith, Daniele Nalbone. Il progetto editoriale Slow News è edito da Slow News Stp Srl Il film Slow News è prodotto da IK Produzioni, con la partecipazione di BabyDoc Film, realizzato con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte – Piemonte Doc Film Fund, in collaborazione con Trentino Film Commission, distribuzione internazionale Java Films, distribuzione italiana in sala Movieday.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

DOMENICA 7 NOVEMBRE | 11.00

“VEDERE AL DI LA’ DELLO SGUARDO”

Intervengono: Davide Fioretta, Rosanna Accordino

Vedere al di là dello sguardo significa per Davide Fioretta guardare il mondo non più attraverso gli organi di senso, ma con un nuovo livello di consapevolezza. Esso si evolve insieme con la materia che, manipolata e alterata dall’artista, racconta squarci dell’anima che sono specchio di una società in cui l’essere umano ha perso se stesso fino a disumanizzarsi. Attraverso queste riflessioni, l’artista racconta le fasi creative che hanno portato alla realizzazione della serie di opere “Humana Landscape” ponendo l’attenzione sui suoi significati profondi.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

DOMENICA 7 NOVEMBRE | 11.00

“PARATISSIMA OFF: SLOW NEWS AL CINEMA CENTRALE”

Al cinema Centrale Arthouse presentazone del film Slow News. (ingresso scontato per chi ha il biglietto di Paratissima)

DOVE: Cinema Centrale Arthouse, Via Carlo Alberto, 27

 

DOMENICA 7 NOVEMBRE | 12.00 – 13.00

“NEON STORIES: DMAV SOCIAL ART ENSAMBLE”

Intervengono: Riccardo Cepach (Museo Joyce di Trieste), Marzia Nobile (DMAV), Nicola Gaiarin (DMAV), Alessandro Rinaldi (DMAV), Nicola Vazzoler (Comune di Aquileia)


Il nuovo progetto di luci d’artista del collettivo DMAV – che si inserisce nella serie di opere create per gli spazi pubblici (Doublin’ a Trieste, Innumera ad Aquileia, Living Bodies a Udine) – è un atto d’amore verso il mondo variegato delle culture underground. Il contatto con le radici, la sensazione del peso dei nostri passi sulla nuda terra ma anche la libertà assoluta e rischiosa nel seguire le nostre inclinazioni, alla ricerca di un sacro che è radicato in questo mondo. Ed è la natura dell’underground, in questi tempi di accelerazioni e confini che saltano, quella di accompagnare la moltiplicazione dei suoni e dei segni come se fosse una possibilità sempre da attualizzare. Provocare il sacro nell’alternativa e nella resistenza estetica è anche un modo per ritrovare la polarità essenziale che sta alla base del rapporto tra le civiltà e il fondo che le sorregge. Le pulsazioni delle luce al neon evidenziano questo legame: l’altrove dell’underground è sempre presente, come spazio sacro e di reincanto, nel qui e ora. Ritrovando il rapporto con le tradizioni sotterranee delle culture alternative, DMAV ha creato una pulsazione di luce rossa e sanguigna: le parole under | sacred | ground si alternano creando un messaggio di luce e vetro che si inserisce nel paesaggio.

Partners: Neon Arco, PF Group, START cultura. 2011, Udine

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

DOMENICA 7 NOVEMBRE | 14.00 – 17.00

“TORINO CHIAMA ARTLORDS – LA STREET ART COME MOTORE DI RIGENERAZIONE SOCIALE E URBANA”

Dalla sua fondazione nel 2014, il collettivo ArtLords ha dipinto più di 2.000 murales in 19 delle 34 province dell’Afghanistan. Il movimento è cresciuto creando una rete di oltre cinquanta artisti e figure legate al progetto. Con l’avvento recente dei talebani, tutti i loro murales sono stati subito completamente cancellati e gli artisti sono dovuti fuggire fuori dall’Afghanistan. Paratissima restituisce voce e immagine al lavoro di questo progetto di arte pubblica, che viveva nelle strade del paese, utilizzando la pratica della street art e il concetto dei muri come bacheche sociali, per parlare di temi comuni, per creare un dibattito, un’informazione, un confronto. Con l’idea che l’arte possa essere motore di una rigenerazione sociale e urbana. Al di là delle parole, che animeranno lo spazio del Galoppatoio in un programma di talk a cui parteciperanno anche tre artisti del collettivo venuti a Torino (Lima Ahmad, Omaid Shrifi, Kabir Mokamel), la potenza dei murales continuerà ad agire e a comunicare, negando la violenza e la censura di un regime che disprezza e teme, al tempo stesso, l’azione e il potere dell’arte. Il talk rappresenta l’occasione per illustrare la forza della street art come motore di rigenerazione social e urbana.

Paratissima con il supporto dell’Assessorato alle Politiche Giovanili, Diritti e Creatività della Città di Torino e Torino Creativa e con la collaborazione di MurArte Torino e la Fondazione per l’Architettura.

Programma:

> 14.00-15.00 Sessione 1: La storia e l’azione del mobvimento Artlords in Afghanistan e nel mondo. I loro interventi a Torino: la galleria di Spazio Portici e il murale alla Cartiera di Via Fossano 8.

Con il supporto dell’Assessorato alle Politiche Giovanili, Diritti e Creatività della Città di Torino e Torino Creativa. Con la collaborazione di Fondazione per l’architettura / Torino, MurArte Torino e l’associazione Il Cerchio e le Gocce.

Olga Gambari, direttore PARATISSIMA

Lima Ahmad, Board Member of ArtLords

Omaid Sharifi, President of ArtLords

Kabir Mokamel, Creative Director of ArtLords

Alessandro Bogetti, Architetto

Fijodor Benzo, Street Artist

15.00-17.00 Sessione 2 La street art come motore di rigenerazione urbana e sociale

A cura di Ordine degli Architetti e Fondazione per l’Architettura

Edoardo Di Mauro, Direttore Accademia Albertina, Torino

Millo, Street Artist (da remoto)

Germano Tagliasacchi, Architetto Fondazione Contrada Onlus

Eleonora Gerbotto, Direttore Fondazione per l’Architettura / Torino

Maria Cristina Milanese, Presidente Ordine Architetti Torino

Traduzioni di: Lavinia Raccanello 

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

DOMENICA 7 NOVEMBRE | 17.00 – 18.00

“TORINO CREATIVA PER PARATISSIMA”

Intervengono: Olga Gambari, Marco Ciari, gli artisti\e e le curatrici, L’Assessora Carlotta Salerno e l’Assessore Jacopo Rosatelli.

Il Premio che ha coinvolto i giovani artisti Chiara Borgaro ed Emanuele Resce, HPV FILM e Greta Guiotto insieme alle curatrici Margaret Sgarra e Paola Curci.

 

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

GIOVEDì 18 NOVEMBRE | 18.30 – 18.00

“ASTA BENEFICA TOH | HOT VOL.1”

Giovedì 18 novembre, alle ore 18.30, Paratissima ospiterà in ARTiglieria Con/temporary Art Center l’asta benefica HOT vol.1, battuta da Aste Bolaffi 

TOH, l’opera per la città di Torino di Nicola Russo interpretata da 8 artisti del panorama torinese sono stati coinvolti dall’artista ad interpretare liberamente l’opera dando vita a nuove prospettive!

Il 70% del ricavato sarà devoluto a beneficio di Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo.

 

 

In Mostra a Paratissima