Cortile dell’ARTiglieria

Cortile artiglieria Paratissima

Il cortile dell’ARTiglieria è una piazza, un giardino, una sala di ascolto, uno spazio di incontro. Appartiene a Paratissima e alla città, a chi lo voglia riempire di contenuti, suoni e parole.

 Soprattutto in questo momento storico, il cortile si apre ad accogliere collaborazioni con diverse realtà culturali torinesi, offrendo uno spazio per incontri. In questo, si conferma la vocazione di Paratissima a creare un luogo di comunità condiviso dove ritrovarsi, dove animare quell’idea di socialità, crescita e condivisione che muove, unisce e fa crescere ogni società.

 Il cortile presenta un programma aperto con appuntamenti già definiti ma con spazi lasciati liberi per accogliere proposte. La cultura si declina nei suoi linguaggi creativi e artistici, unendo ambiti diversi. Una piazza meticcia e plurale.

 Per coloro che partecipano agli eventi, la possibilità di fruire di un biglietto ridotto per l’ingresso alle mostre di Paratissima, un dono per far tornare la cultura al centro della vita sociale come motore e collante, come stimolo e benessere.

Modalità di Iscrizione

Tutti i talk e gli eventi ospitati nel Cortile dell’ARTiglieria sono ad ingresso gratuito con possibilità di usufruire dell’Art Bistrot.

Per coloro che partecipano agli incontri sarà applicata una riduzione sul biglietto d’ingresso delle mostre in corso a Paratissima.

Per partecipare è necessario accreditarsi sulla pagina corrispettiva dell’evento sul sito www.eventbrite.it

 

Gli eventi si terranno anche in caso di maltempo in una location protetta del cortile.

Programma Talk

MERCOLEDÌ 23 GIUGNO | 18.30

“MIRABILE INDUSTRIA LA CERAMICA COME FUCINA D’ARTE TRA PASSATO E CONTEMPORANEITÀ” 

Intervengono: Oliva Rucellai, Andreina D’Agliano ed Enrico Tealdi, con Olga Gambari

Partendo dall’occasione della mostra MIRABILE INDUSTRIA: la Società Ceramica Richard-Ginori dal 1896 al 1972 in corso al Museo della Ceramica di Mondovì, Andreina d’Agliano e Olivia Rucellai raccontano la storia della grande manifattura Richard Ginori e i grandi artisti che vi hanno partecipato. Un’avventura che appartiene alla storia millenaria e favolosa della ceramica, un modo per rileggere la società e il costume e la cultura attraverso manufatti che corrono lungo secoli di vicende, tra Occidente e Oriente, e che pongono la domanda su dove si posizioni il confine tra arte e artigianato. Una pratica, quella della ceramica, che nell’arte contemporanea da anni è laboratorio di sperimentazione continua.

Ospite, insieme, l’artista Enrico Tealdi, che ha posto al centro della sua recente ricerca una pratica dove pittura e ceramica dialogano. Saranno presenti: Andreina d’Agliano, presidente della Fondazione del Museo della Ceramica,  Oliva Rucellai, già direttrice del Museo Richard-Ginori di Sesto Fiorentino, Enrico Tealdi, artista. Modera Olga Gambari, direttrice artistica di Paratissima.

La mostra “MIRABILE INDUSTRIA: la Società Ceramica Richard-Ginori dal 1896 al 1972”, curata da Christiana Fissore, direttrice del Museo della Ceramica di Mondovì, e Oliva Rucellai, prosegue al Museo della Ceramica di Mondovì fino al 3 ottobre 2021.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

PRENOTA IL TUO POSTO QUI

 

GIOVEDÌ 24 GIUGNO | 19.00

“BLOOMING PLAYSOUND”

In collaborazione con: barbyTURY&co, SuperMarket Club, SuperART

Il Cortile dell’Artiglieria, in occasione della festa di San Giovanni, propone un evento crossmediale per presentare identità, vocazione ed eventi che si svolgeranno nell’ambito del programma di questo spazio en plein air che Paratissima vuole condividere con la città, invitando le realtà culturali ad animare insieme una rete culturale aperta a pubblici diversi.

L’evento, in cui verranno presentati i prossimi incontri del Cortile e alcuni progetti del progetto barbyTURYco, verrà arricchito da degustazioni Food & Drink e intrattenimento audio-sonoro libero a cura di T.m.Z  < barbyTURY&co / SuperMarket Club / superART >

PRENOTA IL TUO POSTO QUI

 

MARTEDÌ 29 GIUGNO | 18-19.30

Bar Futura

“IL LAVORO CULTURALE E LA NECESSITÀ DI FARE RETE”

a cura di Osservatorio Futura

La pandemia ha messo in luce la necessità di fare rete tra i piccoli centri culturali e tra gli artisti. La vision di Osservatorio Futura è proprio quella di creare rete tra i giovani operatori culturali. Come Osservatorio sulle pratiche artistiche emergenti e sul lavoro culturale ci chiediamo, in una logica condivisa: Quali sono le sfide per del presente e per il futuro? A che punto è la contrattualizzazione del lavoro culturale? Come possiamo diventare promotori di una buona etica del lavoro?

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 PRENOTA IL TUO POSTO QUI

 

MARTEDÌ 13 LUGLIO | 18.00 – 21.00

Bar Futura

“CARTOGRAFIE SCOMODE, RIFLETTENDO SULLA TORINO CHE VORREMO”

a cura di Leggi scomodo con il supporto di Osservatorio Futura

In Italia circa il 6% del patrimonio immobiliare pubblico è in stato d’abbandono. Secondo Istat oltre 750.000 strutture sono in condizione di abbandono e sempre in Italia, nonostante questo, si cementificano 2mq di suolo al secondo.

Da quattro anni Scomodo si occupa del tema della rigenerazione urbana, cercando di offrire alternative all’abbandono di luoghi e nuovi spazi per i giovani delle città.

Per l’occasione verrà presentato il progetto della mappa della “Torino che vorremmo”, una cartografia scomoda che possa offrire un’alternativa sostenibile e concreta all’attuale tessuto urbano. 

Scomodo è la rivista under 25 più grande d’Italia: fin qui conta 1000 ragazze e ragazzi coinvolti, 315 mila copie stampate, quasi 280 mila distribuite gratuitamente. Una realtà in continuo fermento approdata dopo Roma anche a Milano, Torino e Napoli.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

MARTEDÌ 20 LUGLIO | 18.00 – 21.00

“FARE ARTE COME PRATICA DI RESISTENZA: IL CASO DELLA PALESTINA”

a cura di Vista Sud (Flavia Malusardi con il supporto di Osservatorio Futura)

Vista Sud è un progetto che raccoglie interviste e conversazioni con artisti, galleristi e curatori legati al cosiddetto Global South, con un focus particolare sull’area mediorientale e nordafricana. Perché Vista Sud? Per sottolineare l’importanza dell’osservazione e dell’indagine anche al di fuori dei canali mainstream ed eurocentrici dell’arte contemporanea, verso un sud del mondo che rimane ancora periferico. La rubrica, a cura di Flavia Malusardi, è frutto di una ricerca diretta e di una pratica militante che si spinge oltre la cornice geografica e vuole porre al centro il lavoro dei giovani artisti, la formazione di sistemi dell’arte alternativi, una curatela emergente. L’arte è resistenza? In questo talk ci focalizziamo su cosa voglia dire fare arte in Palestina.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

EVENTI PASSATI:

 

MARTEDÌ 15 GIUGNO | 18.00

Bar Futura

“IL CLUB COME ISTITUZIONE CULTURALE / IL CLUB COME RIVOLUZIONE CULTURALE”

a cura di Club Visioni (Francesca Arri con il supporto di Osservatorio Futura)

Ospiti: Ex fluid: Simone Fantino (Fotonico) | Rithmè: Giulia Del Santo. Edoardo Barbero. Marco Pizzini |The dreamers: Francesco Skip Spinolo. Marco Mordiglia. Enrico Bow Melis | SlowComa: Emily Ruiz | Stasis: Francesco Puletti.  Edoardo Sforza. Lucio Angeli.Tommaso Lucifero | High Files: Tommaso Rinaldi. Riki Akasha |WEPLAYTHEMUSICWELOVE: Massimo Rills |OUTCAST: Michele Leoni. Dario Zappavigna. Salvatore Ficara. Mattia Galante  | PAYNOTMINDTOUS/VIBRISSE: Andrea Migliorati. Cristina Ruggieri | TUM/VARVARAFESTIVAL: Alessandro Gambo | ALGORITMI Edoardo e Karin Gavassa | OMM: Maria Spiaggiari e Stiven Kulla

Club Visioni è una rubrica che analizza le commistioni tra cultura del clubbing e arte contemporanea, con interviste e approfondimenti rivolti a collettivi e performer che operano in tal senso. Una panoramica sulla cultura della notte, sul club come luogo di aggregazione,  dibattito e risposta ai momenti di crisi. Un discorso ampio sulla controcultura.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

GIOVEDÌ 17 GIUGNO | 19.00

“ARTE AL FUTURO: INDAGINE SULLE CARRIERE ARTISTICHE EMERGENTI E LA PRODUZIONE CULTURALE INDIPENDENTE IN ITALIA”

Intervengono: Luigi Ratclif (Segretario Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani) Enrico Bertacchini (Comitato Scientifico Fondazione Santagata per l’Economia della Cultura e Università degli Studi Torino – coautore del libro Arte al futuro, Olga Gambari, Osservatorio Futura, ViaGulli37

Quali sono le dinamiche professionali delle odierne comunità creative?  Quali le opportunità e le fragilità nei diversi stadi delle carriere artistiche contemporanee? Quali fattori incidono maggiormente sullo sviluppo dei percorsi lavorativi in ambito culturale?

Queste alcune delle principali domande alla base dell’Indagine sulle carriere artistiche emergenti e la produzione culturale indipendente in Italia promossa nel biennio 2019-2020 da GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani in partnership con Fondazione Santagata per l’Economia della Cultura e con il sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo nel contesto delle rispettive linee di lavoro sull’innovazione culturale volta a favorire il tessuto della produzione contemporanea attraverso il sostegno alla ricerca e alla creatività, alla sua conoscenza e divulgazione, alla sua promozione e valorizzazione.

L’iniziativa vuole contribuire al dibattito generale sui temi, ad una puntuale comprensione delle trasformazioni in atto, alla raccolta delle istanze di artisti e operatori, alla formulazione delle relative risposte in termini di politiche e azioni concrete. L’indagine ha studiato a livello nazionale, con focus regionali e locali, le scene artistiche emergenti e la produzione culturale indipendente attraverso tre principali dimensioni analitiche:

1) trasformazioni nel ruolo e nelle carriere delle professioni artistiche e culturali

2) nuove forme organizzative e modelli di produzione culturale e artistica

3) ruolo degli artisti e dei centri nelle trasformazioni urbane

Il progetto, attuato secondo fasi modulari di lavoro e step di avanzamento consecutivi, ha coinvolto creativi emergenti, professionisti del settore, centri indipendenti di produzione culturale, enti di formazione, istituzioni sviluppandosi nell’arco di 18 mesi tramite gruppi di discussione, analisi quantitative, ricerche pilota, presentazioni dedicate per arrivare ad un rapporto pubblico finale di sintesi. Mantenendo quale obiettivo di analisi principale il panorama under 35, lo sguardo si è però ampliato per mettere in relazione la fase iniziale delle carriere con gli stadi successivi che, insieme, costituiscono un percorso lavorativo e professionale completo. Per rilevarne elementi caratterizzanti, occasioni, criticità, prospettive. 

ARTE AL FUTURO è una pubblicazione editoriale che conclude il percorso di lavoro, contiene i risultati del dossier finale di ricerca insieme ai contributi teorici di alcuni esperti a restituzione di un panorama italiano dinamico ed eterogeneo, per una rilettura dei percorsi avviati e un riflessione sulle direzioni da intraprendere.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

VENERDÌ 18 GIUGNO | 16.00

“FLORIBUNDA”

Intervengono: Monica Fasan e Lisa Sorba (LisSor)

Floribunda, ovvero una fioritura copiosa, rievocata dalle citazioni storiche dei titoli dei 6 quadri che, a ritroso, richiamano la rinascita dell’umanità dopo le grandi crisi della Storia. Si ha una visione d’insieme della ciclicità delle emergenze e dei Risvegli, della ripresa dei Popoli osservando la grandiosità del rinnovato splendore attraverso ricami, pizzi, ceselli, oro e colori preziosi su fondi cromatici potenti in cui si leggono aforismi calligrafici legati alla storia evocata.Vortici materici di colore, creati con pennini raccontano il trascorrere del tempo e diventano ceselli di orafi, paramenti sacri, eleganti ricami, merletti aristocratici, pizzi sensuali e fiori che si impongono sul buio generato da paura, guerre, carestie, epidemie. Sono i fiori cresciuti abbondanti sul terreno devastato dai grandi eventi che hanno segnato l’Umanità.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

VENERDÌ 18 GIUGNO | 17.00

PRESENTAZIONE PARATISSIMA ART STATION

Intervengono: Olga Gambari, Laura Tota, Giulia Giglio, Paolo Lolicata

Paratissima Art Station racconta l’edizione che debutta con sezioni, ospiti, temi, incontri e artisti

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

VENERDÌ 18 GIUGNO | 18.00

“FERMO VISIONI EXTRAORDINARIE”

 Intervengono: Monia Marchionni, Simone Giaconi e Laura Tota

Sono nata a Fermo, ma non l’ho abitata e grazie a questo ho visto tante epifanie di luoghi che pensavo conoscere e che invece ho riscoperto con Fermo Visioni Extra Ordinarie (2016-2020). Ho intrapreso un viaggio visionario che inizia dal sottosuolo con le Grandi Cisterne Romane, risale in superficie come a tracciare una linea verticale immaginaria che collega la terra al cielo e nel mezzo di questo percorso ho interpretato luoghi di grande fascino con le persone che ne sono l’anima. Più che fotografie sono immagini del pensiero che dialogano con le foto d’archivio della città; parlo di lei e in lei riconosco me. È molto più di un libro: è un diario aperto fatto di aneddoti, immagini, bozzetti preparatori ed eventi personali legati ad ogni singolo scatto.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

VENERDÌ 18 GIUGNO | 19.00

“QUARANTINED”

Intervengono: Laura Tota, Chiara Oggioni Tiepolo, Federico Graziani, Davide Bertuccio, Camilla Ferrari, Teodora Malavenda e Gianmarco Maraviglia.

Ph.ocus – About photography, la sezione di fotografia di Paratissima, accoglie il progetto speciale Quarantined. Il progetto, ideato e curato da Dario Donato, Federico Graziani di @rassegnagram, Teodora Malavenda, Chiara Oggioni Tiepolo e Laura Tota, ha voluto scrutare lo spazio virtuale, indagando la cultura visuale che ha preso forma durante il primo lockdown del 2020. Oltre a presentare i lavori di otto fotografi che durante la quarantena hanno scelto di raccontare la dimensione più intima dello scollamento sociale, il progetto analizza anche lo spazio virtuale che ha accompagnato la quotidianità di tutti gli italiani con uno spirito perfino un po’ voyeuristico, a partire dalle finestre digitali dello smart working, dalla condivisione di immagini, video, fake news e status per arrivare alle forme più spinte di esibizionismo e protagonismo, ai deliri complottistici.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

SABATO 19 GIUGNO | 11.00

“I MIEI VIAGGI FOTOGRAFICI AL CUORE DELL’ACQUA”

Intervengono: Monica Fasan e Dominique Moreau

Durante il Talk l’artista racconterà il suo incontro con l’acqua, da quella delle alpisvizzere a quella dei canyon dell’arizona, fino all’incontro trasfigurante con gli indiani del Navajo, in Colorado. La loro relazione con l’acqua come elemento sacro della vita ha elevato il suo sguardo, trasformato la sua vita, e le sue fotografie lo raccontano. Quali sono dunque i simboli archetipici dell’acqua? Perchè l’acqua nelle sue fotografie? Acqua, Luce, Colori, e riflessi, suoni e vita, specchio di noi stessi e della natur, l’acqua è anche legame universale. Questo e molto altro il canto dell’acqua. Verrà anche proiettato un breve video di presentazione.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

SABATO 19 GIUGNO | 15.00

“ALVEARE”

Intervengono: Isabella Sommati e Laura Tota

Alveare è una squadra di calcio femminile iscritta al campionato CSI eccellenza di Milano. Il lavoro, impostato come un backstage, è stato realizzato nello spogliatoio o durante gli allenamenti, con l’intento di catturare non tanto l’agonismo ma la passione e la solidarietà, che è il valore principale della squadra, anche solamente nel gioire per un goal fatto o piangerne uno subito, semplicemente per divertirsi, per stare insieme. Riccioli cadenti dal capo chino e pensieroso, muscoli contratti, segni di sbucciature sulle ginocchia, tatuaggi che si mescolano negli abbracci, schiene nude e braccia strette al corpo per coprire la propria nudità: si litiga, si ride, si fatica, si ascolta… e finalmente si gioca. Marilyn Monroe disse: “Date a una ragazza le scarpe giuste, e conquisterà il mondo.”

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

SABATO 19 GIUGNO | 16.00

 “VENERE”

Intervengono: Giulia Lazzaron e Eugenio Costa (MONTABONE)

Presentazione delle due pubblicazioni Venere e Afrodite Soggettiva, tra i primi libri in Italia a trattare la tematica della body positivity, rivisitata attraverso la figura della Venere e il lavoro dell’artista Giulia Lazzaron, promuovendo una maggiore consapevolezza del proprio corpo. Nei due libri sono pubblicate le opere esposte alla mostra correlata di Ph.ocus.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

DOMENICA 20 GIUGNO | 16.00

“SUPERFICI PROFONDE”

Intervengono: Marco Filippa e Donatella Ciravegna

L’incontro è concepito come dialogo tra l’artista e il curatore. Una presentazione del lavoro dell’artista corredato dalla presentazione di immagini e video/performance dell’artista.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

DOMENICA 20 GIUGNO | 17.00

“SPERIMENTARE PER CRESCERE”

Interviene: Luigi Marsero

Presentazione dell’artista, dell’attività e dei lavori realizzati. Nel corso dell’incontro verranno proiettate immagini dei quadri, accompagnate da schede e slide. Descrizione: Luigi Marsero abita a Santena, una cittadina in provincia di Torino. Ha 16 anni, è curioso e determinato. Ama l’arte, la fotografia e tutto quello che è creatività. Ha iniziato a ispirarsi all’astrattismo quando frequentava la quarta elementare. Oltre all’astrattismo gli piace prendere spunto anche da altre correnti artistiche: espressionismo astratto, surrealismo, arte concettuale, povera e contemporanea. Durante il primo lockdown dell’anno scorso sperimenta la dripping art e a partire dall’estate del 2020 si avvicina al surrealismo. Realizza diversi lavori di cui cinque sono stati selezionati per la Biennale di Firenze. Infine ha realizzato qualche installazione di arte concettuale, povera e contemporanea, su cui si è concentrata la sua attenzione in questo ultimo periodo. Durante l’incontro l’artista parlerà delle sue esperienze e dei lavori realizzati in questi anni che saranno proiettati sulla lavagna digitale.

DOVE: Cortile dell’ARTiglieria (Piazzetta Accademia Militare, 3 Torino)

 

Collaborazioni
In Mostra a Paratissima