Meet the artist: intervista al PRS TALENT PRIZE di Paratissima15

image0

Meet the artist: intervista al PRS TALENT PRIZE di Paratissima15

Abbiamo intervistato Ilaria Franza, la vincitrice del PRS TALENT PRIZE di Paratissima15. La sua opera “Un.limited” è stata scelta tra oltre 1000 opere esposte ed è ora parte della collezione permanente di PRS Impresa Sociale.

 

 

image12Le tue coordinate anagrafiche e geografiche.

Sono nata vicino Como nel maggio dell’82, vivo in Brianza e lavoro sul Lago d’Orta.

Il mio cuore però è per metà della verde Irpinia (papà) e metà del lago (mamma).

Quale tipo di percorso formativo hai seguito, lineare o atipico?

Inizialmente atipico. C’è stato un primo periodo di studi scientifici seguito da un forte cambio di rotta verso il liceo artistico.

Per me un passo decisivo.  Mi si aprirono strade immense, gli studi di matematica mischiati all’arte. Ho proseguito poi i miei studi all’Accademia di Brera.

Hai un mezzo espressivo o una tecnica privilegiata?

Attualmente prediligo colori molto liquidi, come ecoline, che amo da sempre, chine e inchiostri.

Ho avuto un periodo intenso con i colori ad olio qualche anno fa, ora abbandonati.

image2Da dove scaturiscono le idee di nuovi progetti o lavori, cosa è che ti ispira maggiormente? Attualità, letture, circostanze casuali oppure ossessioni?

Ogni singola cosa è fonte d’ispirazione.

La curiosità è la base, è da dove tutto inizia. Quando inizio ho in mente quello che voglio realizzare, ma ogni volta è sempre una scoperta. Interiore, lenta che piano piano emerge.

Nel tuo fare arte cosa è inevitabilmente ricorrente come stile, materiale, forma, soggetto o messaggio.

Il tema dei miei lavori muta… apparentemente sembra sempre lo stesso, ma piano piano si sta spostando. Inizialmente il tema cardine era il paesaggio… ora è addirittura la metamorfosi della vita.

Noi di solito ci prefiggiamo degli obiettivi. Decidiamo a priori come deve andare la nostra vita. Poi ad un certo punto accade qualcosa di imprevisto, la vita ci porta altrove. Questo accade quando lavoro alle mie opere. Ho in mente quello che voglio realizzare, conduco il colore e a un certo punto qualcosa succede. Qualcosa cambia. E lì devo reinventare l’opera, riportarla verso il progetto originale oppure cambiare i miei piani.

image5I tuoi punti di riferimento artistico.

Ho tanti modelli, ma nessuno sovrasta l’altro.

Prendere ispirazione sì, confrontarsi sicuramente, sapere e sentire sopra tutto.

Negli anni di forte formazione scoprii  Zichichi ed i suoi discorsi sull’infinito e Caspar David Friedrich con le sue vedute romantiche.

Anche William Turner,  StudioAzzurro, Olafur Eliasson fanno parte della mia galassia emotiva.

Twitta il messaggio fondamentale sotteso al tuo lavoro, ovvero hai 140 caratteri a tua disposizione.

“L’arte deve coinvolgermi da un punto di vista esistenziale. Non basta mandarla giù, deve essere qualcosa che mi rimanga nella mente”. Hirst

Stai lavorando ora a qualche progetto in particolare?

Durante il Salone del Mobile MDW2020 presenterò una capsule collection con un’azienda di Design.

Poi ci sono in programma alcune fiere all’estero: Bruxelles, Londra e HonkKong.

 Cosa è indispensabile per un artista agli esordi?

Credo non ci sia differenza tra un artista agli esordi ed un artista affermato. La cosa importante è il suo lavoro. Deve avere basi solide. Deve essere supportato da costanza e ricerca. Continua ed inesorabile.  Curiosità e voglia di esporsi.

image6

Il rapporto/confronto tra artista emergente e curatore: necessario, occasionale o superfluo?

Il rapporto tra artista e curatore è necessario. Se si vuole crescere e sviluppare il proprio percorso artistico questa è una condizione da creare.

Ci deve essere un rapporto di reciproco rispetto e soprattutto fiducia da entrambe le parti.

Hai vinto il PRS TALENT PRIZE a Paratissima15 grazie al quale PRS Impresa Sociale ha acquisitola tua opera “Un.limited” che ora è parte della sua collezione permanente. Quali possibilità ti ha aperto questo riconoscimento?

Il PRS TALENT PRIZE mi ha dato sicuramente visibilità e credo mi abbia aiutato nella selezione ad altri concorsi.

È stata una bella conferma per il mio lavoro.

 

Contatti:

 

Laura Tota
comunicazione@paratissima.it