MEET THE NICERS: Clara Rodorigo

Valeria Cirone-6

MEET THE NICERS: Clara Rodorigo

Clara Rodorigo ha curato insieme a Margaret Sgarra la mostra “Elogio al Camaleontismo e all’Incoerenza: per sopravvivere al caso contemporaneo“. Ecco cosa ci ha raccontato riguardo la sua esperienza come allieva del corso per curatori N.I.C.E.

Partecipare al corso N.I.C.E. ha segnato una svolta nel mio percorso di aspirante curatrice d’arte contemporanea. Avere la possibilità di curare personalmente un’esposizione con 17 artisti significa aprire gli occhi su cosa significhi far parte di questo mondo da un punto di vista professionale e non esclusivamente didattico. In Italia siamo abituati a corsi focalizzati sulla teoria piuttosto che sulla pratica. 

N.I.C.E. non ha tralasciato la parte teorica, coinvolgendo esperti del settore e sviluppando approfondimenti su temi fondamentali nell’ambito della curatela e dell’organizzazione di un evento espositivo, e mi ha permesso di mettere in pratica quello che ho imparato realizzando un vero e proprio progetto curatoriale, arricchendo il mio portfolio personale. Per chiunque sogni di intraprendere la professione del curatore questo corso rappresenta una rara e fondamentale occasione di crescita, sotto tutti i punti di vista. 

Gran parte del corso quest’anno si è svolto online, date le circostanze dovute all’emergenza sanitaria. Se da un lato le lezioni e il lavoro in presenza rappresentano sicuramente un valore aggiunto dal punto di vista della coltivazione di relazioni interpersonali solide e durature, dall’altro credo che l’aver adattato parte del corso all’online abbia reso possibile il coinvolgimento di esperti da tutta Italia, indipendentemente dal fatto che fossero o meno fisicamente a Torino. Inoltre, trattandosi di una classe di 11 persone, ognuno di noi ha avuto modo di partecipare, dire la sua e offrire il proprio personale punto di vista durante ogni lezione”.

 

 

Vuoi partecipare alla prossima edizione del corso?

Visita il link!

Le iscrizioni chiudono il 28 febbraio!

Laura Tota
comunicazione@paratissima.it