ROBERTO BORRA

About This Project

Lo studio dell’artista di Carlo Iorietti, in collaborazione con AccaAtelier e Paratissima Art in the City, ospiterà l’artista Roberto Borra.

Roberto Borra è un’artista che ama esprimersi attraverso tecniche che coniugano il disegno, la pittura con medium acrilici e la fotografia che fa da base o da trait d’union tra le varie discipline artistiche.
Dal 1985 è fotografo professionista. Ha realizzato reportage di Arte e Natura attraverso l’Europa il Medio Oriente e gli Stati Uniti per editori e committenti internazionali. Dal 1996 è iscritto all’Ordine dei Giornalisti come Pubblicista. Ha lavorato per il quotidiano “La Stampa” di Torino realizzando reportage dal nord Italia e dalla Svizzera. Nel 2010 ha firmato un calendario d’arte della Lem Art Group (distribuzione a livello mondiale). Le sue fotografie sono comparse sul prestigioso volume delle Collezioni Alinari di Firenze “L’Italia delle Regioni. Ha partecipato a mostre ed eventi in Italia e all’estero. E’ stato direttore responsabile della “Rivista 20” e attualmente ricopre il ruolo di Presidente dell’Associazione Culturale Collettivo 37 di Torino e direttore responsabile della Rivista Art Magazine37.

Carlo Iorietti si diploma alla scuola di pittura del Prof.G.Rizzi dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Inizia la sua attività espositiva nel 1987 con una mostra personale ad Aosta presso la Sala d’Arte Comunale, nel 1989 espone i suoi lavori alla Fiera di Arte Contemporanea di  Bari, nel 2011 allo Spazio Artefilia di Torino, nel 2012 alla Galleria Daimon Art di Torino e nel 2013 in “Volti del Tibet” alle Scuderie della Tesoriera di Torino.Partecipa a varie collettive a Torino nel Palazzo degli Antichi Chiostri, a Verbania presso la Sala della Resistenza,alla Società delle Arti di Torino. Tra le esposizioni più recenti annovera “Percorsi Difformi” alla Galleria La Conchiglia di Torino ed alla Galleria 20, ”Percorsi di estetica contemporanea”. Nel 2015 ha esposto nella collettiva alla “Art Gallery-The Tabernacle” di Londra. E’ uno degli artisti  fondatori del “Collettivo37” di Torino. All’attività pittorica ha affiancato il restauro di affreschi,decorazioni e dipinti su tela eseguendo lavori sotto la tutela dei Beni Artistici e Architettonici del Piemonte. Ha  partecipato al  Progetto itinerante “Via Crucis37. Rilevante la sua partecipazione alla mostra “Il paesaggio montano dall’800 al contemporaneo” a cura della Dssa Cinzia Tesio che lo ha inserito nel  novero dei cinque artisti contemporanei al fianco dei grandi artisti dell’800 e del 900, Carrà, Sironi, De Pisis per citarne alcuni. Nel marzo 2016 ha partecipato alla mostra “Il volto e l’anima” presso la medioevale“Casa degli affreschi” di Novalesa e all’esposizione “L’espiritual en l’art” in Spagna. Importante la sua partecipazione alla mostra “Frammenti di arte moderna e contemporanea” presso Artgallery37 di Torino che lo ha visto protagonista accanto a nomi quali: Emilio Vedova, Ennio Morlotti,  Marc Chagall, Giorgio De Chirico.  Nel 2017 ha partecipato con la personale “Auschwitz. Il viaggio non voluto” al Progetto itinerante “Viaggi immaginari di 5 artisti contemporanei” al Museo Commenda di Prè a  Genova, poi ospitato a Scicli presso il Centro Vitaliano Brancati e all’Artgallery37 di Torino. Sempre nel 2017 a Cuba ha partecipato alla mostra “Torino-L’Avana,anima unica” con il Collettivo 37. Nel luglio 2017 è stato protagonista della mostra personale “Gestualismi esistenziali” a cura della critica e storica dell’arte Cinzia Tesio. Da segnalare la sua partecipazione alla mostra “Human Portraits” alla Artgallery37 di Torino dove ha partecipato accanto ad opere di artisti storicizzati quali Ezio Gribaudo, Nino Aimone, Luigi Spazzapan, Giacomo Porzano. Attualmente è Presidente dell’Associazione Culturale Collettivo 37 di Torino e Direttore Artistico  della Galleria d’arte moderna e contemporanea Artgallery37 di Torino.

2.11.2018 - 3.11.2018

dalle h16 alle h22

Via Sant‘ Ottavio 37/E

Category
360, Mostre passate
Tags
art in the city, location espositive, P360, paratissima 360, roberto borra