Simona Muzzeddu – Border psychotic activity

About This Project

Simona_muzzeddu_border psychotic activity (1)

Simona Muzzeddu

Border psychotic activity 

Il soggetto è una persona costretta in una camicia di forza simbolo dell’impotenza fisica e costrizione.

Attraverso l’esperienza vissuta in passato con la malattia del padre ha conosciuto realtà dove le problematiche neurologiche post coma erano evidenti, soffermandosi sulle riflessioni, su quanto il cervello e la mente siano estremamente delicati. Il proprio carattere viene annientato quasi completamente, come se ci fosse un black out del cervello.

È attraverso le emozioni che contattiamo e comunichiamo con la parte più profonda delle persone. Ognuno di noi sente queste emozioni in modo unico rispetto agli altri, ed in modo diverso al presentarsi di una determinata situazione. Per questo, attraverso un’intima riflessione sull’esperienza traumatica, l’artista vuole spingere lo spettatore ad avere delle forti sensazioni e riflessioni per mezzo di immagini di grande impatto visivo.

Contacts

http://www.volaresenzali.com

info@volaresenzali.com

Bio

Nasce nel 1976 a Gallarate dove vive e lavora ancora oggi.

La sua formazione artistica inizia al Liceo Artistico di Varese e in seguito all’Accademia delle Belle Arti di Brera a Milano, dove si laurea in Pittura a pieni voti.

Nel 2003 consegue il Diploma di Multimedia Art Director presso l’Acof di Busto Arsizio.Ha frequentato un corso di “Fotografia Still Life” presso la Mohole Lab di Milano. Ha fatto diverse mostre in gallerie e musei in Italia e all’Estero.

Category
fotografi 2018